top of page

il Museo

informazioni generali

info generali

Indirizzo e contatti

Museo della civiltà contadina, Via Castello 3, CH - 6855 Stabio
091 641 69 90

museo@stabio.ch

 

Giorni e orari di apertura al pubblico
mercoledì: 13:30 - 17:30
sabato e domenica: 10:00 - 12:00 e 13:30 - 17:30

Tariffa d'ingresso

L'ingresso al Museo è gratuito per tutti.


Accessibilità
Il Museo è interamente accessibile a persone con difficoltà motorie. Un posteggio dedicato si trova proprio di fronte all'ingresso del Museo.
Al PT è presente una toilette accessibile in sedia a rotelle.

Prenotare una visita

Per scolaresche e gruppi è possibile prenotare una visita al di fuori dei giorni e degli orari di apertura del Museo al pubblico scrivendo una e-mail all'indirizzo: museo@stabio.ch
 

Scolaresche (massimo 25 allievi):
- classe S.I. (durata 30-45 minuti): 130 CHF

- classe S.E. e S.M. e terzo ciclo (durata min. 1h - max. 2h): 150 CHF

Gruppi (massimo 25 persone): 180 CHF (1h30).

Museo etnografico riconosciuto dal Cantone

I musei etnografici riconosciuti in Ticino dal Cantone sono ben 11.

Il Centro di dialettologia e di etnografia CDE è preposto al coordinamento, al sostegno e alla vigilanza sull'attività dei musei regionali che hanno stipulato con il Cantone un contratto di prestazione, introdotto nel 2003 e rinnovato ogni quattro anni. In quest'ambito il CDE definisce il contributo finanziario erogato ai singoli musei e offre loro consulenza scientifica e assistenza tecnica, mettendo a disposizione personale, una biblioteca settoriale, uno studio fotografico e un laboratorio di restauro.

L'Associazione musei etnografici ticinesi (AMET) persegue primariamente lo scopo di favorire la raccolta, la conservazione e la valorizzazione delle numerose testimonianze storico-etnografiche nel contesto dei musei etnografici regionali, promuovendone il coordinamento e lo sviluppo di una politica museale coerente.

missione del Museo

Indirizzo

Museo della civiltà contadina
Via Castello 3, CH - 6855 Stabio
Il Museo è affacciato su Piazza Maggiore, possibile punto di riferimento.
 

come raggiungerci

Indirizzo

Museo della civiltà contadina
Via Castello 3, CH - 6855 Stabio
Il Museo è affacciato su Piazza Maggiore, possibile punto di riferimento.

Raggiungerci in treno:
La stazione di Stabio (Stabio FFS) dista 5 minuti a piedi dal Museo.

Da Mendrisio prendere la S50 in direzione Malpensa Areoporto T2.

Da Como e Milano giunti a Mendrisio prendere la S50 in direzione di Malpensa.
Da Varese pr
endere la S50 in direzione Mendrisio.

Segnaliamo il sito delle FFS in cui è possibile consultare l'orario dei treni: https://www.sbb.ch/it/orario.html

In bicicletta:
Parco del laveggio, direzione Santa Margherita.

Raggiungerci in bus:

Da Mendrisio prendere il B 523 575 in direzione Gaggiolo confine e scendere a Stabio Municipio.

Segnaliamo il sito degli Autopostali in cui è possibile consultare l'orario dei bus: https://www.postauto.ch/it

Raggiungerci in automobile:

Da Mendrisio, Lugano, Bellinzona (A2/E35) imboccare l'uscita per Stabio/Varese.  Ai semafori procedere dritto e seguire la segnaletica stradale.

Da Varese: passare la frontiera a Gaggiolo e seguire la segnaletica stradale.

20'000 oggetti - nel cuore del tempo

Le collezioni del Museo sono state raccolte in circa 45 anni di attività. Si tratta esclusivamente (con poche eccezioni) di donazioni.

Le collezioni hanno un carattere prevalentemente agricolo, e attingono a un bacino che comprende il Mendrisiotto con estensioni alla regione dei laghi.  con eccezioni correlate a realtà specifiche del territorio.

Il deposito in cui sono custodite le collezioni è di 2 piani e 3 livelli e ha una superficie di 
circa 1'000 m². È munito di sistemi per il controllo dell'umidità.

I movimenti di oggetti della collezione è di circa 500 unità all'anno. Si effettuano prestiti a Istituti scolastici per scopi didattici, previo contatto con almeno 1 mese di anticipo.


 


L'edificio è dotato di impianto fotovoltaico i cui esuberi sono immessi nella rete locale del Comune di Stabio (la produzione stimata di energia per l'anno in corso è sufficiente per soddisfare i bisogni di 9 economie domestiche). 

Le collezioni sono suddivise su due piani (3 livelli) secondo il criterio primario dell'ingombro dell'oggetto. Gli oggetti particolarmente voluminosi sono riposti al PT e ordinati in settori per tema. Gli oggetti più piccoli sono invece collocati al 1P, risposti su scaffali e organizzati anch'essi per macro e micro temi.Gli oggetti sono tutti numerati e catalogati su cartaceo. La catalogazione su MuseumPlus (un programma gestionale comune a molti musei) ha raggiunto oggi le 6'000 schede. 

Il magazzino è aperto al pubblico solo in occasione della "giornata di porte aperte" che, di regola, ha luogo una volta all'anno.

collezioni e deposito
Serratura a forma di cuore chiave a lato.jpg
gli archivi

Archivio documenti

Museo della civiltà contadina
Via Castello 3, CH - 6855 Stabio
Il Museo è affacciato su Piazza Maggiore, possibile punto di riferimento.

La biblioteca consta di circa 4'000 volumi, organizzati per argomenti.
Si tratta di una biblioteca specialistica non accessibile, per la sua ubicazione (solaio del Museo), al pubblico. 
È però possibile richiedere la consultazione e il prestito dei volumi.
Alcuni volumi sono esclusi dal prestito ma possono essere consultati in sede.


la biblioteca

Direzione
Rusconi Monica

 

Collaboratori
Lesina Martinelli Silvia - assistente di direzione

Mediatori culturali e guide
Antonini Aurelia - guida
Dettori Julia - guida

Guerra Sara - guida
Vajro Martina - guida

collaboratori

L'idea di creare un museo è nata nell'estate del 1976 e la sua realizzazione, con l'apertura al pubblico, è avvenuta nel 1981. Il Museo in oltre 40 anni di vita ha realizzato 80 mostre e ospitato oltre 155'000 visitatori. 

 

I musei etnografici riconosciuti in Ticino sono ben 11.
 

Il Centro di dialettologia e di etnografia CDE è preposto al coordinamento, al sostegno e alla vigilanza sull'attività dei musei regionali che hanno stipulato con il Cantone un contratto di prestazione, introdotto nel 2003 e rinnovato ogni quattro anni.

In quest'ambito il CDE definisce il contributo finanziario erogato ai singoli musei e offre loro consulenza scientifica e assistenza tecnica, mettendo a disposizione personale, una biblioteca settoriale, uno studio fotografico e un laboratorio di restauro.

L'Associazione musei etnografici ticinesi (AMET) persegue primariamente lo scopo di favorire la raccolta, la conservazione e la valorizzazione delle numerose testimonianze storico-etnografiche nel contesto dei musei etnografici regionali, promuovendone il coordinamento e lo sviluppo di una politica museale coerente.

Fondata nel 2015, l’Associazione Amici del Museo della civiltà contadina di Stabio ha l’obbiettivo di sostenere il Museo, promuovendone le finalità e adoperandosi per favorirne le attività.

Logo Associazione amici del Museo_Tavola
bottom of page