top of page

Quali sono i tipi di incastri e di congiunzioni a cui ricorre il falegname?

Il principio alla base degli incastri e delle congiunzioni è che i pezzi da unire siano predisposti gli uni per accogliere gli altri.
Tra le unioni più diffuse sono da citare la spinatura tonda e piana, il tenone e la mortasa e la coda di rondine.
La spinatura tonda prevede che l’unione avvenga attraverso cilindri di legno da inserire in fori praticati in entrambi i pezzi, mentre nella spinatura piana la giunzione si ottiene con piastre di forma ovale o ellittica.
Tenone e mortasa è un incastro maschio-femmina, il cui un pezzo di legno presenta una sporgenza di forma rettangolare (tenone) che trova alloggio nell’incavo (mortasa) dell’altro legno.
Nell’incastro a coda di rondine, molto solido e robusto, in uno dei due pezzi viene praticato un incavo di forma trapezoidale che trova alloggio nel prolungamento trapezoidale presente sull’altro pezzo.
Le unioni possono essere di punta (se avviene sul lato più corto, come se fossero l’uno il prolungamento dell’altro), di taglio (se la congiunzione si ha su lato più lungo, affiancandoli uno all’altro) o d’angolo (nel caso in cui l’accordo dia forma a un angolo retto).

ZZ
bottom of page